Conoscere la frutta

Conoscere la verdura

 Alloro

 Asparago

 Barbabietola

 Basilico

 Bietola

 Broccolo

 Carciofo

 Cardo

 Carota

 Castagna

 Catalogna o Cicoria

 Cavolfiore

 Cavolo di Bruxelles

 Cavolo Cappuccio

 Cavolo Verza

 Cetriolo

 Ciliegia

 Cima di Rapa

 Cipolla

 Cipollotto

 Crescione

 Erba Cipollina

 Fagiolino

 Fagiolo

 Fava

 Finocchio

 Fiore di  Zucca

 Fragola

Fungo

 Fungo Chiodino o Pioppino

 Indivia Riccia

 Indivia Scarola

 Lattuga

 Lattuga Brasiliana

Lattuga a Cappuccio

 Lattuga Romana

 Lattughino da taglio

Mais dolce

 Melanzana

 Melone

 Patata

 Patata dolce

 Peperone

 Pisello

 Pomodoro

 Porro

 Radicchio di Castelfranco

 Radicchio di Treviso

 Radicchio Rosso di Chioggia

 Radicchio Rosso di Verona

 Radicchio Variegato di Castelfranco

 Radicchio Variegato di Lusia

 Ravanello

 Rosmarino

 Rucola

 Scarola

 Sedano

 Songino o Valeriana

 Spinacio

 Tarassaco o Dente di Leone

 Tartufo

 Topinambur

 Valeriana o Songino

 Zucca

Zucchina

 

 
CAROTA
 
Descrizione: Ortaggio costituito dalla radice fusiforme e carnosa della pianta appartenente alla famiglia delle Umbellifere. Di forma allungata e colore giallo-arancione, possiede polpa soda e croccante, di sapore dolce. Commercialmente si distinguono la:
Carota novella, di piccole dimensioni;
Carota media;
Carota extra, con un peso medio di 150 gr per esemplare;
Al momento dell’acquisto deve presentare colorazione arancione vivo, polpa compatta e assenza di odori estranei. Possibilmente è meglio acquistarle con le foglie.
Si mantengono a lungo se conservate in luogo fresco e asciutto. Se hanno le foglie conviene tagliarle perchè queste assorbono umidità alla radice. Si possono surgelare, previa mondatura, taglio a rondelle, dadi o bastoncini, e sbollentature per 2 minuti.
 
 
Utilizzo in cucina: Si impiega generalmente cruda, ma anche lessa e saltata al burro. Trova particolare impiego nei soffritti o nei fondi per gli arrosti o altri tipi di carne. Per la preparazione, le carote vanno spuntate alle estremità. Se sono molto piccole basta lavarle, altrimenti se ne raschia la superficie. A seconda della preparazione si tagliano in varie forme, eliminando, se c'è, il centro legnoso. Meglio utilizzarle subito perchè non si ossidino all'aria. Si cuociono da 10 a 40 minuti, a seconda di come sono state tagliate. Dai 3 ai 10 minuti se cotte in pentola a pressione.
 

<>----Official WebSite - Design By  Studio 45----<>