PAPRIKA

Capsicum Annuum

Caratteristiche

La pianta è classificata nella famiglia botanica delle Solanacee. E' un'erbacea annuale che produce grossi peperoni, i quali allo stadio di maturazione diventano di colore rosso.

Origine

La paprika proviene dal Centro e Sud America, da dove è stata diffusa in tutto il mondo adattandosi ai climi temperati.

Provenienza

La Spagna e l'Ungheria sono oggi i maggiori paesi produttori di paprika. La Spagna, in particolare, detiene il primato europeo della produzione, che esporta in tutto il mondo. Anche il Messico ne esporta grosse quantità.

Usi gastronomici

Caratterizzata da un sapore di peperone dolce, la paprika bene si accosta alla carne di pollo, a spezzatini, uova, crostacei. zuppe e salse per patate. Esiste anche la paprika piccante, che può essere sostituita con polvere di peperoncino oppure aggiungendo quest'ultimo alla paprika dolce. In base al sapore la paprika può avere varie gradazioni: dolce, semidolce, piccante e forte.

Notizie e curiosità

Originaria dell'America tropicale (Guiana), questa pianta appartiene alla categoria delle "nuove spezie", arrivate in Europa, dopo il XVI secolo, dalle "Indie Occidentali". Le cronache raccontano che, quando Colombo rientrò in Spagna, portò con sé del "pepe rosso" assai più pungente di quello nero: era in realtà il "peperone capsico", oggi conosciuto come "pepe di Caienna"- Grazie alla sua capacità di adattamento climatico, la pianta si diffuse velocemente in tutto il Mediterraneo. I turchi ne estesero le coltivazioni all'Europa orientale, ma furono gli ungheresi che, applicando il metodo di essiccazione e macinazione, crearono la "paprika" vera e propria, oggi famosa in tutto il mondo per la preparazione del "goulash", stufato di carne tipico del popolo magiaro.

Ricette

ZUPPA AL POMODORO
Ingredienti per 4 persone:
Passata di pomodoro 300 g
5 spicchi d'aglio
Prezzemolo
Semola da couscous 100 g
1 peperoncino rosso secco
Semi di carvi e coriandolo
Paprika
Olio d'oliva, sale
 
Preparazione: Ponete la passata in una casseruola e portatela adagio al bollore con 4-5 cucchiai d'olio. Macinate al mixer il peperoncino, l'aglio sbucciato, un cucchiaio di carvi, un cucchiaino di paprika ed un pizzico di sale ed unite il macinato alla passata. Aggiungete un cucchiaio di coriandolo e lasciate cuocere a fuoco basso per quindici minuti circa. Aggiungete mezzo litro d'acqua: al bollore, versate la semola e lasciate cuocere altri cinque minuti. Cospargete con altro coriandolo macinato, un ciuffo di prezzemolo tritato e servite subito.

GOLYAS
Ingredienti per 6 persone:
Muscolo 800 g
1 cipolla
3 patate
Passata di pomodoro 250 g
Paprika e cannella
Semi di cumino
Brodo vegetale
Strutto e sale
 
Preparazione: Mondate la cipolla e tritatela fine. Fate liquefare lentamente tre cucchiai di strutto in casseruola e fatevi rosolare il muscolo a grossi pezzi. Unite la cipolla, un cucchiaio di paprika, un pò di cannella, un pizzico di cumino e sale. Aggiungete la passata: coprite il recipiente e cuocere a fuoco assai dolce per un'ora e mezza, senza che si asciughi troppo. Aggiungete brodo quanto basta per ripristinare il tenore d'umidità originario, unite le patate a tocchetti e cuocete un'altra mezz'ora senza coprire. Saggiate se la carne è tenera: se lo è servite senza indugi.

POLLO AI PEPERONI
Ingredienti per 4 persone:
1 pollo di 1,2 Kg. circa
Speck o pancetta affumicata 50 g
2 cucchiai di farina
2 pomodori maturi o passata
1 peperone rosso
1 peperone verde
Paprika
Il succo di 1/2 limone
1 bicchiere di panna acida o yogurt (facoltativo)
1/2 bicchiere di vino bianco
1/2 tazza di brodo
Olio d'oliva
Sale e pepe
 
Preparazione: I sapori mediterranei si coniugano col gusto dello speck e della paprika, creando un piatto originale e semplice. Dopo aver pulito e lavato il pollo, tagliatelo in 8-10 pezzi e passatelo brevemente nella farina, cui avrete mischiato un pò di sale e pepe. Lavate i peperoni, mondateli e tagliateli a listarelle. Pelate i pomodori, togliete loro i semi e riduceteli in poltiglia. Tagliate lo speck a cubetti, fatelo appassire in una casseruola con due cucchiai d'acqua (o di brodo) ed insaporitevi il pollo a fuoco vivace. Unite mezzo bicchiere di vino e fatelo evaporare, bagnate con un bicchiere di brodo, coprire la casseruola e cuocete per dieci minuti a fuoco dolce. Aggiungete i peperoni, i pomodori, un cucchiaio di paprika e continuate a cucinare a fuoco moderato. A cottura ultimata, unite la panna, il succo di limone ed amalgamate dolcemente fuori dal fuoco. Servite immediatamente.

POLLO ALLA PAPRIKA
Ingredienti per 4 persone:
1 pollo di 1,2 Kg. circa
Burro 50 g
10 noci sgusciate
Concentrato di pomodoro
1 cipolla rossa
2 tazze di brodo
1 manciata di farina
Olio di semi di girasole
Paprika dolce
Sale e pepe
 
Preparazione: Il pollo deve essere pulito, fiammeggiato e lavato. Tagliatelo poi in 8-10 pezzetti, che passerete brevemente in un poco di farina, cui avrete mischiato un pizzico di sale e pepe. Tritate fine la cipolla e diluite mezzo cucchiaio di concentrato di pomodoro in un pò di brodo. Fate liquefare il burro in una casseruola con due tre cucchiai di olio e doratevi il pollo, aggiungendo poi la cipolla ed il concentrato. Fate insaporire, bagnate con una tazza di brodo, coprite il recipiente e fate cuocere a fuoco basso per mezz'ora circa. Unite i gherigli di noce ed il resto del brodo. Dieci minuti prima di terminare la cottura, togliete il coperchio al recipiente, aggiungete un bel cucchiaio di paprika e fatela amalgamare a dovere. Servite il pollo caldo ben irrorato della sua salsetta alla paprika, la cui presenza tradisce le vere origini di questo squisito piatto.